Romagnuolo: "E' vergognoso quanto accaduto all'ospedale di Termoli"

"Non basta una denuncia sulla stampa, ma chi ha sbagliato deve essere cacciato. Un plauso al dott. Spagnuolo"

Politica
mercoledì 15 gennaio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Aida Romagnuolo
Aida Romagnuolo © Personale

TERMOLI.“Chi consente che si verifichino certi episodi, deve essere immediatamente cacciata, perché non ha né la sensibilità, né la capacità, né la professionalità e né l’umanità per ricoprire posti apicali soprattutto nel mondo della sanità molisana.

Infatti, non può bastare una semplice denuncia sulla stampa, dove si fanno emergere e si mettono in luce delle situazioni a dir poco raccapriccianti, dove si evidenziano dei fatti che dimostrano ancora una volta la gravità della situazione in cui versa la nostra malata sanità molisana oppure, di quello che resta dei nostri ospedali, se così li vogliamo ancora definire.

Chi ha sbagliato e, lo ripeto, deve essere immediatamente rimandata a casa, perché quanto accaduto è vergognoso.

Sapere che nel reparto di cardiologia di Termoli, tra i più qualificati ed efficienti reparti del San Timoteo che annovera seri e qualificati professionisti a cominciare dall’eccellente dott. Nicola Serafini, tre donne sono allettate nella stessa camera con due uomini non ha nulla di comico, ma è una tragedia alla quale se non si pone immediatamente rimedio per davvero questa Regione deve chiudere i battenti”.

E’ quanto dichiarato da Aida Romagnuolo. Ringrazio ovviamente l’ex primario di medicina trasfusionale del San Timoteo di Termoli dott. Pasquale Spagnuolo, ha continuato Aida, che ha avuto la sensibilità e il coraggio di denunciare anche a nome delle altre donne e degli uomini, un gravissimo episodio che non trova, ripeto, nessuna giustificazione, anzi, lo reputo un fatto orribile e gravissimo che vede come responsabile esclusivamente il vertice regionale dell’Asrem della nostra Regione e, m i riferisco al Commissario generale dott.ssa Scafarto.

Ovviamente, ha concluso Aida Romagnuolo, invito il Presidente Toma ad assumere immediatamente tutte le iniziative richieste, perché casi incresciosi come quello accaduto a Termoli non abbiano più a verificarsi.