Di Michele: "Parla chi ha lasciato solo debiti alla città"

Politica
giovedì 13 agosto 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Nick Di Michele
Nick Di Michele © Termolionline.it

TERMOLI. Poche ore di gestazione e arriva la replica di Nick Di Michele alla commissaria del Pd Maricetta Chimisso.

"Non sono abituato a rincorrere chi riesce a far di ogni situazione un motivo per sciacallare o dar sfogo ai più beceri istinti, ma sulla questione bonus covid, da portavoce e da pentastellato mi sento di dover esprimere la mia posizione.

In questi anni di lotta e dura battaglia in opposizione ho sempre avversato e denunciato chi ha fatto della sua posizione politica un vantaggio sociale, economico o di puro personalismo e mai ripeto mai, mi sono permesso di NON criticare chi faceva parte del mio movimento e che per varie ragioni assumeva questi atteggiamenti. Sulla vicenda del Sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, che stimo come uomo e come politico, ho già con un breve post di ieri, espresso la mia idea.

Gravina ha sbagliato, il suo richiedere il bonus non può assolutamente passare per una leggerezza di poco conto, i nostri valori vanno sempre tutelati e difesi fino allo stremo.

Le conseguenze anche quelle che potrebbero portare fuori dal M5S lo stesso Sindaco devono essere decise da chi oggi ricopre il ruolo di garante del Movimento assieme al collegio dei probiviri.

Non transigo.

Tornando alla mia attuale posizione, vorrei solo far sapere a chi mi attacca senza conoscere, che con certi personagetti della politica nostrana che come comete hanno fatto una apparizione per poi DEFINITIVAMENTE sparire, lasciando debiti e tragedie che molti piangono e piangeranno ancora, non riesco neppure a confrontarmi, il mio intelletto mi impedisce di rapportarmi, sono e restano degli analfabeti funzionali che non possono far altro che guardarsi allo specchio e vergognarsi per ciò che sono e fanno.

Nel mio piccolo, contribuisco e contribuiro' affinché Termoli diventi una città meravigliosa più di quello che è già, che possa diventare un fiore all'occhiello non del Molise ma del Paese Italia e ciò può accadere solo se chi amministra è lungimirante nella visione e pragmatico nelle scelte. Nulla può più essere lasciato al caso. Il M5S di cui mi onoro di far parte ha nel suo DNA queste idee e ogni giorno i miei colleghi consiglieri che stimo ed ammiro si prodigano e si sacrificano per questo nobile fine".