Presepe vivente a Montenero, l'incanto delle Grotte arenarie

La rappresentazione mer 29 dicembre
Pubbliredazionale di Laura D'Angelo
2min

MONTENERO DI BISACCIA. Era appena due anni fa, quando il 6 gennaio del 2020 Montenero di Bisaccia chiudeva un'edizione del Presepe Vivente con l'emozione e l'entusiasmo di chi si sarebbe ritrovato l'anno successivo, ancora con visitatori e figuranti, in quella magica cornice delle grotte arenarie. Nessuno sapeva né poteva immaginare che quella fosse in realtà, l'ultima edizione della storica rappresentazione prima del dilagare della pandemia, e di certo, nessuno avrebbe mai potuto credere allo sgomento che ci avrebbe di lì a poco investito, costringendoci a cambiare modi e abitudini e stili di vita.

Quest'anno, dopo un anno di interruzione, torna a Montenero di Bisaccia la 38esima edizione del Presepe Vivente, l'apprezzato appuntamento che nel periodo natalizio accoglie i visitatori nello scenario suggestivo delle grotte arenarie. La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco Frentana, si terrà come di consueto nei giorni 24 dicembre in Piazza Giovanni XXIII con la natività dalle ore 24, e poi presso le grotte arenarie nei giorni 1-2-6 gennaio, dalle ore 17 alle 20, con la precisazione che per accedere saranno necessari la mascherina, il green pass rafforzato, e la prenotazione obbligatoria della visita. Annullate le date del 25 e del 26 dicembre per l’acuirsi dei contagi in paese, in attesa che lo Screening promosso dall’Amministrazione comunale nella giornata del 23 possa costituire per tutti un fattore di sicurezza maggiore. 

Torna dunque il percorso visivo e altamente rappresentativo che conduce i visitatori all'interno di uno scenario suggestivo e pieno di fascino. Tornano le grotte dei pescatori, i turni di guardia dei centurioni romani, le botteghe con gli artigiani e i mercanti e i contadini. Tornano gli antichi frantoi, i pastori che hanno nella terra l'impronta della tradizione. Sulla scelta di introdurre il green pass e la prenotazione obbligatoria, così ha commentato la consigliera con delega alla cultura Cabiria Calgione: "è stata una scelta difficile ma necessaria per poter evitare il diffondersi della pandemia e soprattutto realizzare l'evento natalizio in piena sicurezza. Quest'anno non avremo tra i figuranti i bambini, perché anche per gli attori a partire dai 14 anni di età è necessario il green pass. I bambini potranno esserci tra i visitatori. Le misure di sicurezza stringenti impongono delle scelte difficili, talvolta per qualcuno incomprensibili, ma necessarie. Quest’anno viene introdotta la prenotazione obbligatoria, già adottata in altri contesti e in tanti eventi pubblici.

La prenotazione è stata introdotta con lo scopo di conoscere in anticipo il flusso giornaliero dei visitatori, in modo da poter gestire lo stazionamento e l’attesa in piena sicurezza. Bastano una semplice telefonata o l'invio di una mail o di un messaggio, per avere in maniera pratica e funzionale la risposta di avvenuta registrazione. Le mascherine e il green pass rafforzato all’aperto, sono misure di sicurezza e di tutela della salute pubblica. Ovviamente è una decisione che ci coinvolge emotivamente, preferisco pensare che l’applicazione di queste norme di sicurezza, che peraltro seguono le direttive ministeriali, ci dia la libertà di non privare il paese della sua tradizione più bella".

Laura D'Angelo

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione