Pillole per tutti

martedì 02 marzo 2021
di Claudio de Luca
Filo di perle
Filo di perle © Amazon

SIAMO AL MASSIMO - Dopo l’inoculazione della seconda dose di vaccino, AsReM chiede, ai suoi dipendenti, di sottoporsi ad un ‘test’ sierologico - a pagamento - per confermare lo sviluppo degli anticorpi al Covid. Insomma, per svolgere il proprio lavoro, l'Azienda non riconosce ai propri collaboratori manco la spesa di 25 euro per effettuare l’esame e per lavorare in sicurezza.

LE PROMESSE DEL COVID - Il Covid-19 potrebbe diventare un'afflizione stagionale, come l’influenza. Questo in generale. In Italia l’apice della terza ondata dovrebbe concludersi il prossimo giugno, ma in quel lasso di tempo, se il Governo non riesce ad accelerare con i vaccini, ben 33mila Italiani potrebbero ammalarsi. Lo ha affermato l’ “Institute for health metrics and evaluation”, un centro di ricerca con sede a Seattle creato nel 2007 dalla Fondazione Bill Gates. Secondo l’istituto, l’accelerazione nella campagna vaccinale potrebbe scongiurare altri 10.000 morti, con un conto che salirebbe ad 11.000 se tutti dovessero continuare a non indossare regolarmente le mascherine.

GLI ALBERI TAGLIATI A LARINO - Un 'blog' traccia la storia di un enorme 'taglio' di alberi all’interno del parco periferico delle “Tre fonti” di Larino. Il Comune, interrogato, dichiara che quei terreni sono di proprietà della Provincia; ma non denunciano i fatti e non danno mandato alla dipendente Polizia locale di accertare la situazione. Ma come fa ad ‘essere provinciale’ un’area i cui “frontisti” ricordano espropri da parte di Palazzo ducale avvenuti persino nei confronti dell'Ente sovraordinato di via Roma a Campobasso? Perciò, si domanda il ‘blogger’, l’assessora Vitiello è certa che quei terreni siano posti in capo alla Provincia?

ANESTETICO – Gli osservatori dicono che la partita di Draghi si gioca in trasferta. Vaccini e miliardi del 'Recovery Fund' devono essere portati a casa e, per vincere, il Presidente del Consiglio dovrebbe trarre ispirazione da Carlo Azeglio Ciampi, ovvero puntare tutto sull'Europa e sul suo azionista di maggioranza: la Germania. Il tempismo sarebbe perfetto: con l'uscita di scena di Angela Merkel (il prossimo settembre) e di Emmanuel Macron (nella primavera del 2022), Draghi ha tutte le carte in regola per diventare il premier europeo più influente. Presidenza della repubblica permettendo!

SLOGAN - La corruzione si prescriveva in 18 anni: un'intera generazione, per rendere l'idea. Per l'associazione mafiosa la prescrizione andava da un minimo di 40 e sei mesi a 68 anni, l'incidente stradale da 20 anni ed 8 mesi a 33 anni, la violenza sessuale non aggravata 28, il riciclaggio semplice 18, l'omicidio volontario non aggravato 33, la bancarotta fraudolenta non aggravata 15 anni e sei mesi, rapine ed estorsioni da 15 anni e 6 mesi a 28 anni. Questi dati confermano che in Italia ci si scontra sugli slogan: prescrizione sì, prescrizione no. Non sarebbe meglio battagliare sui dati di fatto. Se, in 33 anni, non si arriva a sentenza definitiva su un incidente stradale, di sicuro è la macchina della Giustizia che dev’essere riformata.

NOVITA' PER I COMUNI - Più 'chance' di assunzione nella P.a. e nei servizi educativi comunali. È quanto prevede il d.l. 'Milleproroghe' nel testo modificato durante il 'week-end' dalle Commissioni Affari costituzionali e bilancio della Camera dei deputati ed avviato verso una rapida approvazione, prima in aula a Montecitorio e poi a Palazzo Madama, vista la scadenza per la conversione (1° marzo). Le graduatorie comunali del personale scolastico, educativo e ausiliario, già slittate dal 30 settembre 2020 al 30 settembre 2021, saranno utilizzabili fino al 30 settembre 2022. Ad essere prorogate saranno non solo le graduatorie approvate dal 2012 al 2017, ma anche quelle che sarebbero andate in scadenza tra il 1° gennaio 2021 e il 29 settembre 2022. Si amplia anche la platea dei precari della P.a. coinvolti dalle procedure di stabilizzazione: avranno un anno in più (fino al 31 dicembre 2021) per maturare i 3 anni di servizio necessari a concorrere per l'assunzione a tempo indeterminato.

Claudio de Luca