“Ciao seconda mamma”, il ricordo di Matilde della nipote Deliuccia

giovedì 04 marzo 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Matilde e sua nipote
Matilde e sua nipote © Personale

TERMOLI. Il vuoto lasciato da una persona cara è impossibile da colmare: ogni parola, ogni profumo, ogni luogo ci riporta, inevitabilmente, al nostro caro che ci ha lasciati. Se ad andar via, poi, è una persona speciale come lo era Matilde, quel vuoto resterà per sempre lì, nascosto nel silenzio della nostra anima più recondita. A regalarci un altro ricordo della splendida persona che Matilde era, e per sempre sarà, è sua nipote “Deliuccia” che ha affidato a TermoliOnLine queste splendide parole:

“Cara nonna, o meglio , cara seconda mamma... non ci sono abbastanza parole per dire come mi sento in questo momento.

Sono sola nel mio lettuccio e non faccio altro che pensarti mio dolce angelo. Il mio pensiero torna indietro nel tempo e ricordo tutte le cose che abbiamo fatto insieme: i nostri viaggi, le nostre serate a guardare Sanremo, i commenti sui ballerini si Amici (eh eh 😏), le nostre passeggiate per il borgo antico che si concludevano sempre con l’acquisto di qualche cavolata in bigiotteria che mi piaceva e che a tutti costi doveva essere mia.

Perché tu mi hai soddisfatta in tutto nonna, dalla cosa più futile a quella più grande. Ti ricordi quando ero ossessionata con la regina di Francia e tu per farmi contenta mi portasti a Versailles? Che giornate indimenticabili insieme a te e nonno che mi scorrazzavate per tutta Parigi, con l’amore che solo due anime belle come voi possono donare.

Mi hai sempre ripetuto che io sono stata la figlia che non hai mai avuto e io questo l’ho sempre capito, anche da come mi facevi le treccine ogni mattina prima di entrare a scuola e appena finivi guardandomi negli occhi mi dicevi “Sei bellissima amore di nonna” .

A volte la vita ci distrae con cose superflue e io ti chiedo perdono se molte volte sono stata assente, ma il mio orgoglio per te non è mai andato via e mai se ne andrà, sarai la mia nonna paperina e sprint per tutta la vita.

Spero di renderti orgogliosa e che mi proteggerai da lassù, come hai sempre fatto.

Ti amo nonna.

La tua Deliuccia”.