Al futuro sindaco: dimmi che governance hai e ti dirò chi sei

Termoli mercoledì 08 maggio 2019
di Luigi De Gregorio
Più informazioni su
Banchi della giunta in sala consiliare
Banchi della giunta in sala consiliare © termolionline.it

TERMOLI. Per definire la governance di un sindaco uno degli elementi è l’apertura o chiusura verso i cittadini.

Ovviamente gli Italiani (in gran parte ed in generale) non amano un sindaco sordo che non dedica tempo ad ascoltarli. Un sintomo cioè che denuncia un probabile scarso orientamento al Bene Comune.

E non amano un sindaco autoreferenziale perché è temibile il suo superego ed ancor di più la impossibile equazione che una sola testa valga più di dieci, cento, mille teste.

Anche i termolesi dalla prossima votazione comunale forse paventano che la futura amministrazione possa loro regalare un sindaco con un ego esorbitante, una sedicente intelligenza leonardesca e con una arrogante indifferenza verso gli altri. Praticamente un primo cittadino con la governance chiusa.

In questo caso temerebbero che il futuro di Termoli possa essere veramente povero, del tipo tiriamo a campare.

Ma naturalmente tutti si augurano che accada esattamente il contrario.