Riqualifichi e risparmi: i semplici passaggi per accedere agli Ecobonus

Termoli Doc
mercoledì 18 novembre 2020
di Vemit Punto Clima
Più informazioni su
Riqualifichi e risparmi dell'Ecobonus
Riqualifichi e risparmi dell'Ecobonus © web

In questo articolo guarderemo in dettaglio tutto ciò che c’è da sapere sugli Ecobonus messi a disposizione dallo Stato.

Innanzitutto vediamo quali sono:

-Detrazione 50 % è l’incentivo dato per la ristrutturazione

-Detrazione 65 %, in vigore dal 2007, si attua in caso di riqualificazione energetica

Conto termico sostituzione con rottamazione di caldaie e stufe a biomassa, pompe di calore e solare termico

Ma ora in dettaglio vediamo i lavori che rientrano in queste detrazioni.

Iniziamo con la detrazione al 50 % per ristrutturazione. Per accedervi è necessaria una SCIA rilasciata dal comune di appartenenza ed è volta a tutte quelle opere di ristrutturazione dell’abitazione . Può rientrare in questo incentivo anche la sostituzione di caldaie con classe energetica più bassa (A invece di A+), previa comunicazione di manutenzione ordinaria al comune di appartenenza

La detrazione al 65% è specifica per la riqualificazione energetica, in particolare la sostituzione di caldaia a condensazione, sostituzione pompe di calore,installazione pannelli solari, caldaie a biomasse, scaldabagni elettrici con pompa di calore. Sono annesse anche opere murarie e l’impianto del riscaldamento di distribuzione. In altre parole se io voglio cambiare la caldaia e l’impianto di riscaldamento, magari mettendolo a pavimento, posso far rientrare anche il massetto e l’impianto completo nel 65%.

Queste detrazioni – 50% e 65% – sono detraibili sull’irpef in 10 anni. Ma da quest’anno c’è una vantaggiosa opportunità, quella dello Sconto In Fattura. Si tratta della possibilità di avere subito sulla fattura uno sconto pari al 50% o al 65% e le tasse verranno detratte direttamente dal professionista che svolgerà i lavori, salva approvazione dello stesso.

Noi come Vemit abbiamo delle aziende fornitrici (Bosch, Ariston, Chaffoteaux e Ferroli) che ci permettono di fare il recupero del 50% o del 65% direttamente con loro. Il nostro compito è quello di fare da “interfaccia” tra il nostro fornitore e il nostro cliente installatore, che sarà colui che applicherà lo sconto in fattura. Per fare questo abbiamo affinato una modulistica che rende all’installatore la messa in pratica di questi incentivi più semplice e snella.

Ma parliamo in termini di risparmio, facendo un esempio concreto. Mettiamo il caso che un cliente voglia sostituire la caldaia, quindi si vede costretto ad acquistare una nuova caldaia, con tutti gli accessori, di media andrà a spendere intorno ai 3000/3500 €, ma con lo sconto in fattura del 65% andrà a spendere intorno ai 1000/1200€. In questo modo il cliente finale potrà prendere, con soli 200/300€ in più, una caldaia top di gamma, che sicuramente ha prestazioni migliori ed un’estetica decisamente più moderna.

Vediamo ora l’ultimo incentivo: il conto termico. In questo caso il privato può usufruire sempre dello sconto in fattura o, nel caso in cui la pratica ha un importo con un contributo inferiore ai 5000€, il GSE provvederà a fare un bonifico direttamente sul conto corrente del cliente finale entro 90 giorni dall’acquisto. Facendo un esempio pratico, se si vogliono cambiare dei pannelli solari termici, che normalmente hanno un contributo di 700/800 € a pannello, e ne installiamo 2 con un bollitore da 100 lt avremmo un contributo di circa 1500€ che il GSE dopo l’approvazione della pratica bonificherà.

C’è da specificare un’ultima cosa molto importante, questi incentivi possono essere applicati solo ed esclusivamente su edifici già esistenti e accatastati. Questo perché le pratiche di cui abbiamo parlato sono destinate ad una riqualificazione di edifici esistenti secondo le norme europee, che invece per le nuove costruzioni devono essere già rispettate.

Speriamo grazie a questo articolo di essere stati di aiuto a tutti coloro che vogliono approfittare di questi incentivi e per ulteriori chiarimenti, informazioni o per un preventivo vi aspettiamo nei nostri punti vendita di Vasto, Termoli, Atessa, Pescara e Lanciano.

Ing. Gianmarco Acquarola