Taping Neuromuscolare: quando e come utilizzare i cerotti colorati

Termoli Doc
venerdì 20 novembre 2020
di Dott. Umberto Di Cesare
Più informazioni su
Taping Neuromuscolare
Taping Neuromuscolare © web

Nell’ultimo decennio, quasi come per moda, si è diffuso tra gli atleti e gli sportivi amatoriali l’utilizzo del Taping Neuromuscolare (TNM), un’invenzione ormai adottata già negli anni 80 dal dottor Kenzo Kase.

Il TNM è una tecnica che sfrutta le naturali capacità di guarigione del corpo, attraverso l’applicazione di un nastro adesivo di cotone ed elastico sulla cute. Esso ha un effetto biomeccanico terapeutico, ma non farmacologico che agisce direttamente sulle zone trattate e a distanza, tutto per via riflessa.

La tecnica del TNM favorisce i piccoli movimenti cutanei e muscolari. Infatti, i muscoli rappresentano uno dei bersagli più importanti su cui agisce, con effetti indiretti sulla circolazione venosa e linfatica e sulla temperatura corporea. L’applicazione, insieme al movimento del corpo, produce micromovimenti del nastro che stimolano i recettori cutanei e quelli degli strati sottostanti, determinando una risposta muscolare riflessa. Il nastro, trazionando la cute, dilata gli spazi interstiziali e conseguentemente migliora la circolazione e l’assorbimento dei liquidi, riducendo la pressione sottocutanea.

Il TNM agisce su cute, muscoli, sistema venoso, sistema linfatico e articolazioni, permettendo di ottenere numerosi benefici. A livello sensitivo stimola i recettori cutanei, muscolari e articolari controllando lo stimolo doloroso. A livello muscolare permette di ripristinare il tono muscolare, regolando la distensione e la contrazione, riducendo l’affaticamento del muscolo e l’insorgenza di contratture. A livello articolare induce un aumento dell’ampiezza di movimento, con stabilizzazione fasciale e riduzione del dolore. Infine, a livello linfatico e circolatorio aumenta la circolazione sanguigna e migliora il drenaggio linfatico, diminuendo l’infiammazione locale e l’eccesso di calore e di sostanze chimiche presenti nei tessuti. L’applicazione del TNM, offrendo benefici linfatici e vascolari continuativi, può facilitare il recupero in situazioni post-operatorie e post-traumatologiche anche gravi. Infatti, possono ridurre notevolmente i tempi di recupero e aumentare i livelli di forma fisica.

Riguardo alle sue caratteristiche, il cerotto utilizzato nell’ambito del Taping Neuromuscolare è costituito da cotone di alta qualità con uno strato adesivo in acrilico e ha la caratteristica fondamentale di avere, in lunghezza, circa la stessa elasticità della pelle (40%). Inoltre, lascia traspirare la pelle e, essendo privo di lattice o altre sostanze chimiche, è totalmente anallergico. Per questo motivo, non presenta controindicazioni o effetti collaterali e può essere applicato su persone di qualunque età e condizione fisica, comprese le persone che assumono particolari farmaci, le donne in stato di gravidanza o allattamento e i bambini.

Il cerotto viene applicato sulla pelle pulita, asciutta e depilata: per garantire la perfetta aderenza, è consigliabile rimuovere i peli dalla radice oppure tagliarli molto corti. Grazie al potente adesivo di cui è dotato, il cerotto rimane ben attaccato sulla pelle per diversi giorni, essendo lavabile e resistente all’acqua.

Trova maggior utilizzo ed efficacia nei casi comuni di: contratture dolorose, cefalea muscolo-tensiva, lombalgia da sedentarietà, articolazioni gonfie.

Possiamo concludere affermando che il Taping Neuromuscolare non è la soluzione di tutti i mali, ma un valido strumento che associato alle tecniche di chinesiologia, posturologia e fisioterapia, favorisce un riequilibrio neuromuscolare e funzionale, riducendo la sensazione di dolore.

Per maggiori informazioni, vieni a trovarci in sede in via Inghilterra 45 a Termoli.