Benefici del massaggio posturale

Termoli Doc
martedì 01 dicembre 2020
di Dott. Umberto Di Cesare
Più informazioni su
massaggio posturale
massaggio posturale © web

La postura dell’uomo è in costante e progressivo adattamento: è frutto del vissuto della persona stessa nell’ambiente in cui vive, determinato anche da fattori influenti come stress, traumi fisici ed emotivi, posture professionali non idonee (ripetute e mantenute nel tempo), respirazione scorretta e tanto altro.

Ma la nostra colonna vertebrale è strutturata in modo da adeguarsi alle sollecitazioni provenienti dall’ambiente esterno e svolge una funzione importante nel sostegno del nostro corpo, durante la stazione eretta, la camminata, la corsa, ma anche negli altri movimenti che il corpo compie nello spazio.

Infatti, le curve fisiologiche della colonna vertebrale (lordosi cervicale, cifosi dorsale, lordosi lombare e cifosi sacro-coccigea) mantengono la stazione eretta, aumentando la capacità di contrastare la forza di gravità, di distribuire adeguatamente il carico tra le vertebre e conferire alla colonna flessibilità e mobilità. Di conseguenza, sono benefiche per la colonna vertebrale in quanto le conferiscono una maggiore capacità ammortizzante.

Ma anche i muscoli svolgono un ruolo fondamentale nel controllo posturale. Quelli maggiormente coinvolti sono i muscoli Tonico-Posturali, che possiamo definire come quel complesso di muscoli che ci permette di mantenere la stazione eretta e contrasta la forza di gravità, mantenendo continuamente il peso del corpo, quindi controllando senza interruzioni il baricentro nel poligono di base.

Da questo si può comprendere come i muscoli Tonico-Posturali siano praticamente sempre attivi (15-16 ore al giorno), o almeno tutte le volte che stiamo in piedi o seduti, eccetto, “forse”, durante il sonno (quando si riduce la scarica neuronale diminuendo il tono muscolare).

Ritmi frenetici, lavoro e vita sedentaria sono abitudini quotidiane che hanno un forte impatto sul nostro corpo e la nostra postura, determinando a livello muscolare un aumento dello stato di contrazione generale. Questo continuo stato di eccitazione, con il passare del tempo, crea stati di accorciamento muscolare permanenti, tecnicamente definiti retrazioni muscolari, che determinano modificazioni della struttura scheletrica (scoliosi, iperlordosi, ipercifosi, valgismo e varismo delle ginocchia, ecc.) e possono evolvere in disordini posturali importanti fino a vere e proprie patologie.

Pertanto, è opportuno spendere qualche parola per elencare i benefici che si possono ottenere sullo stato di benessere e sulla nostra postura attraverso un particolare trattamento chiamato Massaggio Posturale.

Un trattamento posturale inizia sempre con una valutazione globale in cui si è in grado di cogliere i segnali e gli squilibri causati da abitudini posturali scorrette, come un disallineamento della colonna vertebrale, un dorso curvo, un’iperlordosi lombare o un’asimmetria delle spalle etc.

Dopo la somministrazione di test di mobilità ed elasticità, attraverso delle manovre specifiche, è possibile intervenire per ridurre l’eccessiva rigidità muscolare, regolarizzando le tensioni e donando una sensazione di leggerezza all’interno organismo.

Il trattamento posturale prevede non solo l’utilizzo di specifiche tecniche di massaggio, ma anche fasi di stretching attivo e passivo. La parola stretching significa stiramento, allungamento ed è usato nella pratica sportiva per indicare un insieme di esercizi finalizzati al miglioramento della condizione elastico-muscolare.

Questi piccoli cambiamenti durante possono aiutare lo svolgimento delle attività quotidiane e combattere le problematiche collegate ai fastidiosi dolori muscolari. Se anche tu lavori tanto al computer, guidi molte ore, trascorri tempo in piedi, il massaggio posturale è la tecnica più giusta per riportare il corpo in equilibrio.

Per maggiori informazioni ti aspettiamo presso lo Studio di Posturologia e del Movimento del dott. Umberto Di Cesare, in via Inghilterra 45 a Termoli.