Squilli di Trombetta: i voti a società e sportivi termolesi

Altri Sport
Termoli martedì 08 ottobre 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
Squilli di trombetta: i voti alle società sportive termolesi
Squilli di trombetta: i voti alle società sportive termolesi © Termolionline

TERMOLI. Bene, ora che tutte le attività sportive cittadine o quasi hanno ripreso la stagione agonistica (mancano solo il volley e il Basket in carrozzella all'appello) possiamo tornare alla nostra rubrica tanto attesa dagli addetti ai lavori, con la solita precisazione: il nostro voto giudica la prestazione sportiva secondo il nostro parere che non è vangelo, non ci permettiamo minimamente di giudicare la persona o il gruppo al di fuori dell'ambito della prestazione sportiva in sé per sé, quindi sia che i voti vi soddisfino o al contrario non vi trovino d'accordo, prendete il tutto con tranquillità perché non abbiamo intenzione né di far diventare un mito e tantomeno un guitto nessuno delle persone o gruppi che stiamo giudicando. Iniaziamo:

Voto 10 e Lode non potevamo fare diversamente e dare questo voto all'addestratore di Pastori Tedeschi Vincenzo Magnati e il suo splendido esemplare Zeus, che domenica a Modena si sono lauereati campioni del mondo di ai Mondiali di addestramento per cani Pastori tedeschi. Erano 17 anni che un Italiano non saliva sul podio più alto, e Vincenzo e Zeus da Termoli hanno compiuto una impresa straordinaria e quindi anche negli squilli non potevamo non assegnare loro il gradino più alto: davvero complimenti.

Voto 10 alle tre vogatrici termolesi Giusy De Sanctis, Noemi Carotenuto e Giulia Giacomodonato, convocate in Nazionale, e il prossimo fine settimana disputeranno i campionati di europei di canottaggio: orgoglio termolese per queste ottime atlete che speriamo ci regalino grosse soddisfazioni in questo contesto

Voto 9 all'Italiangas Air Basket Termoli. La nuova squadra di basket termolese nata questa estate ha esordito in campionato a Pescara andando a vincere, ma quel che più conta a convincere: un brillante esordio che non deve far fare voli pindarici, ma può far capire agli addetti ai lavori che ci sono le intenzioni serie per far bene. Nessun obbiettivo prefissato o pressione per raggiungerli, ma basta lavorare con passione e volontà e qualcosa alla fine può anche arrivare.

Voto 8 al Termoli calcio 2016. Con la ritrovata vena aurifera da gol di Impicciatore, un bomber di razza, la squadra di Paolo Di Lena veleggia ad un punto della testa della classifica: sabato hanno battuto sul loro campo la Cliternina, anche se sembrano Impicciatore dipendenti, e la squadra partita dopo partita dà sempre segnali molto incoraggianti

Voto 7,5 all'F.C. Termoli Calcio 1920: Mezzo voto in meno per una prestazione sicuramente caparbia contro il blasonato Venafro, ma il mezzo voto in meno è per il fatto che non si può, in due partite, subire 6 espulsioni. D'accordo gli errori arbitrali, ma io penso che nello spogliatoio la domanda del perché comunque avvengono certe cose, in campo si sa, chi sta in tribuna forse non se ne accorge ma tra i giocatori ogni intervento, ogni decisione degli arbitri è motivo di discussione, il campo sembra il mercato della Vucceria di Palermo moltiplicato all'ennesima potenza. Magari se di pensasse a giocare di più e parlare e protestare meno, alla fine si sprecherebbero anche meno forze da utilizzare per fare delle reti. Comunque la squadra, aldilà delle espulsioni, ha reagito bene in termini di risultato .

Basket serie C Airino Basket: Senza Voto. Dare un voto alla squadra di ragazzini che già era stata maltrattata sul parquet con uno scarto di punti che raramente si vedono sui campi di baske , di 125 (20 - 145) sarebbe come dare una umiliazione supplementare a questi giovanissimi cestisti che si ritrovano a disputare un campionato per cui forse non sono tecnicamente e fisicamente pronti. Un gruppetto di ragazzi mandati quasi allo sbaraglio, pensiamo che si stia loro facendo un torto e che loro stessi presto cederanno le armi. Ieri abbiamo visto anche un'altra cosa che ci ha fatto un po' male: a nostra memoria non ci era mai capitato di assistere ad un quarto, il terzo e due minuti del quarto, quindi in totale per 12 minuti effettivi, che una squadra seppur più debole non sia riuscita a segnare nemmeno un punto. Pur sforzandoci di capire tutte le ragioni che hanno spinto la società a far disputare il campionato di serie C a questi ragazzi, continueremo a dire, proprio in difesa della squadra, società e immagine sportiva della città, che senso ha mettere in scena questa cosa pur sapendo che non poteva andare diversamente. Non è mica un disonore magari dire a tutti "scusateci amici, noi quest'anno per determinate ragioni non possiamo sostenere una stagione agonistica a questi livelli". Avremmo tutti capito e apprezzato e avremmo evitato di far fare figure del genere a questi bravi ragazzini, e noi tutti sicuramente avremmo anche applaudito alla sincerità, lo sappiamo tutti che oggi sono tempi duri.

Lascia il tuo commento
commenti