Riparte con poca Eccellenza la missione del Termoli calcio 1920, Bojano corsaro al Cannarsa

Calcio
lunedì 26 aprile 2021
di Michele Trombetta
Più informazioni su
L'undici di Carbonelli
L'undici di Carbonelli © TermoliOnLine

TERMOLI. Cambio di allenatore in corsa e ripartenza col torneo delle sette sorelle. Ma non conveniva al Termoli calcio 1920 restare ai box?

Parte malissimo per i giallorossi il mini torneo di Eccellenza che vedrà impegnate sette squadre superstiti, delle 16 iniziali. La prima in casa con il Bojano dell'ex Termoli Carmine Gioffrè, che soffre per essere rimasto in dieci dal 10’ del primo tempo per l’espulsione del portiere, dovuto all’atterramento appena fuori area dell'attaccante termolese Silvano, subito sconvolti i piani del tecnico Matesino.

Partita che sembrerebbe subito in discesa per i padroni di casa, ma invece non sarà così.

In effetti per buona parte del primo tempo i ragazzi di Loris Carbonelli con uno scatenato Kean, fratello dell’attaccante della nazionale, ci hanno provato, ma con scarsa convinzione nella fase conclusiva.

Il Bojano comincia a prendere le misure e non subisce più tanto la pressione giallorossa, che più passa il tempo e più mostra un po' di affaticamento e una condizione di certo non al top.

Infatti queste lacune che già erano affiorate nella parte finale del primo tempo, sono venute fuori con maggior evidenza nella ripresa.

Al contrario, gli ospiti apparivano invece molto più in palla fisicamente parlando e quando ancora erano in inferiorità numerica già avevano fatto correre i brividi sulla schiena di Bruno, il portiere del Termoli 1920.

Come se non bastasse a preoccupare gli adriatici, al 61' viene ristabilita la parità in campo, infatti il migliore del Termoli, il grintoso e coriaceo Mazzone, si becca il secondo giallo e raggiunge gli spogliatoi anzitempo.

Così, in dieci e con la condizione non al massimo era quasi matematico che i matesini alla prima occasione con Perrella, che si beve tutti i difensori giallorossi, apparsi lenti e impacciati nell'occasione, il Bojano passa e siamo solo 68'. Il tempo materiale per rimettere le cose a posto ci sarebbe, ma proprio perché fisicamente appesantiti, moralmente giù, il Bojano accelera e nel finale passa ancora con Micozzi, a questo punto è buio pesto per il Termoli, non certo un inizio che ci aspettavamo e soprattutto si aspettavano in casa giallorossa.

Essendo questo un mini torneo dove si giocheranno solo sei gare per conquistare i play-off, non diciamo che sia già tutto finito prima di cominciare, ma di certo un inizio che più in salita non poteva essere questo dei giallorossi che nelle intenzioni è inutile nasconderlo era partito per sognare il salto di categoria, per quanto riguarda almeno questo esordio più che un sogno, si è rivelato subito un incubo, speriamo che l'incubo svanisca al più presto.