Coppa d'Africa: tra favorite e outsiders

In campo ven 07 gennaio
Calcio di La Redazione
2min
Coppa d'Africa: tra favorite e outsiders ©Termolionline
Coppa d'Africa: tra favorite e outsiders ©Termolionline

Storicamente, pensando al calcio l'occhio volge lo sguardo all'Europa e all'America Latina. Sono tanti i campioni provenienti da queste due aree geografiche: da Johan Crujiff a Diego Armando Maradona passando da Eusebio e Pelé. Eppure, spesso, ci si dimentica di dove il calcio è speranza: l'Africa culla di grandi talenti come Didier Drogba e Samuel Eto'o. Uno spiccato cambiamento in termini fisici del calcio moderno e una maggiore frequenza di pedine con doti da velocisti hanno permesso al movimento africano di ritagliarsi sempre più spazio all'interno della scena attuale. Tanti sono i nomi che nell'ultimo ventennio calcistico provengono dall'altra parte del Mediterraneo, anche nel nostro campionato.

Il calcio africano si appresta a vivere la sua competizione più affascinante in Camerun, con i tifosi interessati dai migliori bonus scommesse, durante la quale vedremo scendere in campo stelle del calibro di Mohamed Salah e Sadio Mané.

Indice analitico per discernere la favorita della Coppa d'Africa è sicuramente l'Arab Cup appena conclusa. A trionfare i maghrebini dell'Algeria, certo è che però le squadre partecipanti hanno dovuto fare a meno delle stelle dei maggiori campionati. Comunque, Les Rennards sono i campioni in carica, e come tali si presentano da "squadra da battere". I nordafricani fanno parte del girone E e punteranno tutto su Riyad Mahrez.

Altra compagine da tenere d'occhio sicuramente è l'Egitto, fermatosi agli ottavi durante l'edizione del 2019. Tuttavia, i faraoni potranno fare affidamento a Mohamed Salah e l'omonimo Elneny per contendere il primato nel girone D alla Nigeria.

Una vera e propria armata è costituita dalla Nazionale senegalese, con la maggior parte dei componenti tesserati con squadre europee. Certamente, su tutti spiccano i nomi di Kalidou Koulibaly - il capitano- e Sadio Mané. I leoni della Teranga sono inseriti nell'agevole gruppo B.

Un gradino sotto alle tre compagine appena citate è sicuramente la Nigeria. Le Super Aquile sperano di poter recuperare al meglio Victor Osimhen che ha subito una frattura facciale in campionato. Il bomber partenopeo sarà affiancato da Kelechi Iheanacho e Amhed Musa, vere e proprie bandiere della selezione.

Discorso a parte per il Camerun che potrebbe beneficiare dall'apporto del pubblico casalingo. Oltre al bomber bavarese Choupo-Moting, i camerunesi godranno delle qualità fisiche di André Zambo Anguissa.

Gli equatoriali, facenti parte del primo girone, sperano di qualificarsi in prima posizione.

Si parte il 9 gennaio alle ore 17.00 con il Camerun che fronteggerà il Burkina Faso, mentre l'atto conclusivo è previsto per il 6 febbraio. A tenere con il fiato sospeso i tifosi, le condizioni climatiche del paese ospitante.

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione