F. C. Termoli 42 15, la passione di calciatori vintage

Calcio
Termoli domenica 05 maggio 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
Fc Termoli 42 15
Fc Termoli 42 15 © Termolionline.it

TERMOLI. In città esiste una nuova realtà calcistica che potremmo definire affettuosamente vintage poiché formata da un gruppo di calciatori che già da qualche tempo ha lasciato l'attività agonistica e ha quindi deciso di formare una squadra ben strutturata per potersi divertire.

Il nome è F. C. Termoli 42 15 per la peculiarità della città di Termoli depositaria dell'incrocio del 42 parallelo nord e 15 meridiano est. La squadra ha partecipato al campionato amatori di calcio a 11 Figc Abruzzo girone D delegazione di Lanciano, nella stagione agonistica in corso e ha visto nascere nel panorama calcistico dilettantistico locale, una nuova società.

La squadra ha partecipato al torneo amatori di calcio - a cui partecipano già da anni altre due squadre termolesi l'Amatori Calcio Termoli e il Castello 15 - disputando le partite casalinghe il venerdì sera presso l'impianto in sintetico di Via Biferno e concludendo la regular season al terzo posto. Si è guadagnata così il diritto ai play-off che disputerà l'11 maggio presumibilmente a Paglieta contro la locale compagine della Paul Merson, squadra seconda classificata nel girone C.

Il piazzamento finale della Fc Termoli 42 15 deve ritenersi di rilievo ove si consideri il primo approccio al campionato e tutte le difficoltà connesse all'attività amatoriale. La Fc Termoli 42 15 con a capo il presidente Leonardo Evangelista, dirigenti Guidi Giuliano, Sergio Mascilongo, Sandro Colletti, con mister Antonio Staniscia, annovera nel proprio organico calciatori importanti, del recente ed anche meno recente passato, tra cui Angelo Farina, Mauro Ponsanesi, Giuseppe Fazzano, Cristiano CAU, Massimo Sacchetti, Giuseppe Lorito, Salvatore Rinaldi, Bernardo Mucci, Fabio Marchese, Gaetano Mbyethi, Antonio Ferretti, Luigi Sappracone, Mario Di Leo, Simone e Daniele De Pascalis, Giacomo Piccolo, Alessandro Di Lorenzo, Angelo Esposito, Andrea Pasciullo, Mauro Di Menno, Mauro Blardi, Pino Di Fabio, Francesco Ardò e Marco De Vita.

A prescindere dall'esito del play-off, la neonata società proseguirà la propria attività il prossimo anno proponendosi di confermare, se non addirittura migliorare, il risultato conseguito.

In bocca al lupo a questi "diversamente ragazzi", molti dei quali hanno veramente dato molto a tutto il calcio termolese e chissà, con lo spirito che li contraddistingue, potrebbero ancora dare molto. Spesso la passione superà l'anagrafe.