Altro che vecchie glorie, il cuore batte sempre giallorosso

Calcio
Termoli domenica 14 luglio 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
Termoli amarcord
Termoli amarcord © Termolionline.it

TERMOLI. Un bel tuffo nel calcio termolese, ieri sera, nel conviviale organizzato dalla signora Raffaella, moglie di Nicola Perricone, coadiuvata da altre signore come Cleta Lovati, moglie di Tiziano Troilo e Lidia, moglie di Salvatore Cardamone. Alla pizzeria "La Quercia" si è vissuto un momento di autentico amarcord con tanti ex giocatori di quello che era l'orgoglio calcistico cittadino, il glorioso U.S.Termoli.

Una serata dove sono stati ricordati tanti episodi sportivi di cui i presenti alla cena sono stati protagonisti. Prima dell'inizio del conviviale, vi è stato un intermezzo graditissimo: un grande tifoso avendo letto sul nostro sito che ci sarebbe stata questa reunion, si è precipitato in pizzeria con un cimelio storico dei tempi in cui questi ragazzi giocavano.

Rocco Pagliaccio, questo il nome del tifoso, è arrivato indossando una maglietta giallorossa e un paio di calzettoni che si usavano una volta; tutti i giocatori presenti hanno quindi voluto rendere quel cimelio, custodito da Rocco con tanta gelosia, ancor più prezioso apportando ognuno il proprio autografo.

Dopo il siparietto inziale, altre persone lì presenti hanno voluto conoscere personalmente e farsi una foto ricordo con i tanto amati ex calciatori.

Ecco i presenti alla cena: "Batman" Salvatore Cardamone, "Spiderman" Nicola Di Pinto, "Il Saltatore" Franco Salome, "Il Grinta" Tiziano Troilo, "Il Barese dell'Adriatico" Ottavio Salome, "Il Golden Boy" Nicola Perricone, "Il Caterpillar" Gabriele Primiano, "Il Geometra" Nino Croce, "Il Combattente" Dino Muratore, "L'infaticabile Jolly" Graziano Di Lallo, "Il Buono" Angelo Fiardi, "L'Instancabile" Fulvio D'Adderio, "Il Serioso" Orazio Capozzi, "L'Imprendibile" Nicola Reale, "Il Trequartista" Ettore Puntillo, "Il Maratoneta" Fausto Cardaccia, "The Assistman" Teresio Viotti, "Il Bomber" Silvio Campofredano, "Il Regista" Bruno Salemme.

Sarebbero dovuti esserci anche Carmine Antrone "L'insuperabile" e "il Capitano" Rosario Alfieri, ma improvvisi impegni familiari hanno impedito loro di essere presenti. Per questa serata, è stato riprodotto anche un bellissimo video dove sono stati ricordati quei compagni venuti a mancare, come il compianto Vincenzo De Santis "L'Altruista" e gli storici dirigenti, come il Presidente Renato Crema, Prearo, il massaggiatore Gianfranco Colonna, il super magazziniere Rocco De Gregorio "Pappannacchie".

Abbiamo ascoltato alcuni di loro come Graziano Di Lallo al quale molto scherzosamente, a distanza di tantissimi anni, abbiamo chiesto di spiegarci cos'è accaduto quando sbagliò quel famoso gol a Tortoreto che costrinse la squadra termolese allo spareggio di Avezzano sempre contro gli abruzzesi e che poi sfortunatamente perse mancando la promozione in serie D. Graziano nella sua spiegazione ci ha convinti che la colpa è stata del campo sconnesso di Tortoreto. Abbiamo inoltre sfatato un altro luogo comune con il portiere Nic Di Pinto: non era lui che, quando usciva per parare, gridava "landala" (lasciala) in termolese, ma rifaceva il verso ad un altro grande portiere termolese, Ingaldo. Tante belle storie, tante risate per una serata salutare che ci siamo riproposti di rifare a intervalli regolari.

Ringraziamo soprattutto Fulvio D'Adderio per averci inseriti a ricordo in questo video, proprio lui che è stato uno dei giocatori molisani a varcare i confini regionali tra i professionisti come del resto anche Perricone, Salemme e Antrone.