Termoli 2016 e Polisportiva San Pietro: l'unione fa la forza del calcio cittadino

Calcio
Termoli sabato 03 agosto 2019
di Michele Trombetta
Più informazioni su
Il nuovo sodalizio calcistico
Il nuovo sodalizio calcistico © Termolionline.it

TERMOLI. Ieri pomeriggio presso la Polisportiva Santi Pietro e Paolo in via Biferno è nato un progetto calcistico cittadino frutto delle basi già gettate da qualche anno con la società Termoli 2016 di cui fu uno dei fondatori Francesco Caruso.

Ecco proprio lui ha tessuto una tela che piano piano ha portato a partorire questo in sostanza nuovo soggetto calcistico termolese che ripartirà sempre dal campionato di Promozione, ma che se darà i suoi frutti nell'immediato futuro darà frutti sperati.

Già il fatto che in questo progetto si sono materializzati personaggi che nel passato recente hanno avuto le sorti del calcio termolese in mano e che alla fine, pur se quando lasciarono, giurarono di non occuparsi più di calcio termolese, dopo solo pochi anni di lontananza anche se hanno tentato di resistere come fece l'eroe mitologico Ulisse al canto accattivante delle Sirene, in questo caso calcistiche, il nostro Ulisse alla fine ha ceduto e quindi abbiamo ritrovato con piacere il dottor Andrea Di Siena, che ci ha detto: “Il richiamo dei colori giallorossi è troppo forte. Con lui abbiamo ritrovato Paolo Di Lena che, lasciata la panchina dell’altra squadra cittadina, il Città di Termoli, che oggi si chiama ufficialmente F.C. Calcio Termoli 1920, aveva promesso anche lui che si sarebbe riposato, ma come per Di Siena, il richiamo dei calciofili termolesi è stato troppo forte.

Abbiamo ritrovato con piacere in questo progetto di cui sarà il presidente, Emanuele Di Biase, noto imprenditore termolese e un passato calcistico corposo, a cui si è unito anche il figlio che ha seguito le sue orme.

Di Biase si è di nuovo appassionato al calcio cittadino proprio grazie a suo figlio e così ha deciso di tornare in pista. Ma la cosa che rende questo progetto aperto a tutti coloro che vogliono avvicinarsi è la collaborazione tecnica con la Polisportiva Santi Pietro e Paolo, che oltre a favorire la fase tecnica, potrà in futuro fornire il materiale umano giovanile e valorizzare gli stessi, insomma un progetto lungimirante che sembra partire con il massimo delle belle intenzioni e visto il modo e l'entusiasmo che anche ieri se ne è parlato, possiamo dire senza meno che se son rose fioriranno, ma ieri pomeriggio in un caldissimo e afoso pomeriggio di inizio agosto sono state gettati basi importanti e francamente di quelle rose di cui parlavamo qui sopra, nonostante piantate da poco, già spuntavano i boccioli.