Iorio: si abroghi la nuova legge elettorale e si voti con la vecchia

Politica
Termoli mercoledì 03 gennaio 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Michele Iorio
Michele Iorio © TermoliOnLine

CAMPOBASSO. Sfornati a getto continuo gli interventi sul voto "rinviando" ad aprile (e il gerundio è d'obbligo, vista la partita in corso di svolgimento e altra benzina sul fuoco delle polemiche politiche in vista di elezioni regionali che appaiono una resa dei conti, dentro e fuori le coalizioni. Ultimo ad aggiungere il proprio verbo è stato Michele Iorio.

"Che l’approvazione tardiva della riforma elettorale avrebbe portato con sé problemi, vista l’imminente competizione, era cosa risaputa. Così oggi i molisani si ritrovano a non sapere ancora quando si voterà nella loro regione. L’incognita dell’applicazione della nuova legge elettorale, invece, presupporrebbe un gesto di coraggio e di saggezza da parte del governo regionale uscente che risolva tutti i problemi per questa chiamata alle urne: abrogare in Consiglio la nuova legge e andare a votare con la vecchia normativa magari eliminando il listino.

In questa maniera non ci sarebbe un dispendio di fondi pubblici e, al contempo, verrebbe eliminata la corsa contro il tempo per la valutazione del Governo e l’ informatizzazione della nuova legge da parte del Ministero dell’Interno".