Terapie intensive in Molise: il documento inviato dal Ministero della Salute

Terapia intensiva
Terapia intensiva © Termolionline

TERMOLI. Ha fatto molto discutere il video-intervento di Camilla Caterina, a seguito della risposta pervenuta dal Ministero della Salute sull'istanza (triplice) di accesso civico promossa per conoscere lo stato attuale delle Terapie intensive del Molise.

Ecco la risposta del direttore generale Andrea Urbani.

Oggetto: Istanze di accesso civico semplice del 20.01.2021, 21.01.2021 e 06.02.2021.

Con la presente, data la sostanziale identità di oggetto, si riscontrano congiuntamente le istanze in epigrafe, concernenti il calcolo del rapporto dei posti occupati e liberi di terapia intensiva nella Regione Molise.

In proposito, va precisato, anzitutto, che le attività di monitoraggio sistematico sancite dal decreto 30 aprile 2020, realizzato dall'Iss e coordinato dal Ministero della Salute, consentono a cadenza settimanale la classificazione quantitativa del rischio di una epidemia non controllata e non gestibile e della resilienza dei servizi assistenziali e territoriali a livello regionale, sulla base della misurazione di un pannello di indicatori calcolati su dati forniti dalle Regioni/PA.

Il sistema di monitoraggio settimanale prevede meccanismi di consultazione regolare con referenti tecnici dei servizi sanitari regionali e di valutazione da parte di un comitato di coordinamento nazionale (Cabina di Regia) composto da rappresentati del Ministero, dell'Iss e delle Regioni/PA. Prima che i dati settimanali siano sottoposti alla valutazione della Cabina di Regia, essi vengono inviati attraverso report automatici alle Regioni/PA per la verifica di qualitàe di completezza delle informazioni.

La classificazione del rischio esitante dal suddetto monitoraggio a alla base dell'approccio alla rimodulazione delle misure di contenimento e mitigazione a livello regionale in ambito di ipotetici scenari di trasmissione del virus SARS-CoV-2 sul territorio nazionale, formulato nel documento "Prevenzione e risposta a Covid-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella face di transizione per it periodo autunno-invernale”, trasmesso con Circolare del Ministero della Salute del 12/10/2020 Prot. 32732.

La scrivente Direzione Generale, in particolare, risulta competente esclusivamente in ordine agli indicatori 3.8 e 3.9, rispettivamente riferiti al Tasso di occupazione dei posti letto totali di Terapia Intensiva (codice 49) per pazienti COVID-19 ed at Tasso di occupazione dei posti letto totali di Area Medica per pazienti COVID-19. Nello specifico, il primo dei suddetti indicatori viene elaborato sulla base dei dati oggetto di rilevazione giornaliera attraverso l'inserimento in apposita piattaforma web, da parte delle Regioni, delle informazioni rilevanti.

Ciò premesso, si evidenzia che i dati dei monitoraggi settimanali delle Regioni risultano gia pubblicati e liberamente consultabili sul portale istituzionale ministeriale, sezione "Nuovo Coronavirus".

Nella pagina web in questione, sotto la voce "Archivio monitoraggio Regioni", raggiungibile attraverso it link http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/archivioMonitoraggiNuovoCoronavirus.jsp, sono riportati, per ciascuna Region; i dati sintetici del report settimanale sin dall'inizio del monitoraggio, a partire dalla settimana 4-10 maggio 2020, e, con decorrenza dalla settimana 26 ottobre-1 novembre 2020 (Monitoraggio n. 25), anche i dati relativi ai singoli indicatori, sempre distinti per Regione.

Al medesimo indirizzo si trovano, altresì, pubblicati i verbali della cabina di regia istituita ai sensi del citato DM Salute del 30 aprile 2020, a partire dalla riunione del 9 novembre 2020, nei quali ha indicato, tra l'altro, il rilievo attribuito ai diversi indicatori in sede di valutazione del rischio sanitario nelle singole realtà territoriali.

In linea generale, si rammenta, in ogni caso, che la valutazione del rischio, sotto il duplice profilo della probabilità e dell'impatto, è effettuata sulla base degli algoritmi riportati nel DM 30 aprile 2020.

Con particolare riferimento a quanto richiesto con l’istanza di accesso del 6 febbraio u.s., si evidenzia che l'indice "Rt" puntuale risulta tra gli elementi di analisi indicati nella domanda 2 della Figura 1 di cui all'Allegato 1 del citato decreto. Si precisa che it numero di riproduzione netto Rt indica it numero media di infezioni secondarie generate da una persona infetta a una certa data e viene stimato a partire dalla data di inizio sintomi dei casi.

Ancora per quanto specificamente attiene all'istanza formulata dalla S.V., si precisa, altresi, che l’indicatore 3.8, relativo al Tasso di occupazione dei posti letto totali di Terapia Intensiva (codice 49) per pazienti COVID­19, è calcolato come il rapporto tra il numero di pazienti COVID-19 ricoverati in Terapia Intensiva nel giorno indice e it numero di posti-letto totali di Terapia Intensiva (sia pubblici che di privati accreditati) attivati nella Regione nel giorno indice.

La finalità dell'indicatore è, infatti, i1 monitoraggio quotidiano della disponibilità dei posti letto di Terapia Intensiva, che consente di attivare l'allerta in presenza di valori di saturazione superiori alla soglia, intercettando tempestivamente eventuali incrementi dei ricoveri ospedalieri Covid-19 in area critica. La misurazione dell'indicatore consente, inoltre, di valutare la riserva di posti letto e l'eventuale necessità di rimodulazione di essi in funzione degli andamenti epidemici.

Relativamente all'articolazione dei posti letto giornalieri di area critica nella Regione Molise, si rappresenta, inoltre, che dalla rilevazione giornaliera risultano:

30 posti letto (pp.-11.) di terapia intensiva pubblici e privati accreditati, gia attivi nella fase pre­emergenziale (dati flusso NSIS HSP.12 anno 2020);

9 pp.-11. di terapia intensiva attivati temporaneamente per fronteggiare l'emergenza epidemiologica in corso (dati rilevazione giornaliera posti letto TI e Area Medica piattaforma Ministero della Salute, aggiornamento al 15.02.2021).

Alla data del 15.02.2021, pertanto, sulla base dei dati della rilevazione giornaliera forniti dalla Regione, il numero di pp.-11. totali attivati risulta pari a 39.

Si rappresenta, altresì, che, con il DCA n. 48 del 14/07/2020 recante "Piano di riorganizzazione rete ospedaliera per emergenza Covid-19 ai sense del decreto legge n. 34/2020", sono stati programmati ulteriori 14 pp.11. di terapia intensiva strutturali, quale incremento strutturale utile a determinare una dotazione pari a 0,14 posti letto per mille abitanti, secondo quanto previsto dall'art. 2, comma 1, del d.-1. n. 34/2020, in via di realizzazione.

Per elementi di maggiore dettaglio in ordine alla distribuzione dei posti-letto di terapia intensiva all'intemo della Regione Molise, si invita la S.V. a rivolgersi all'Amministrazione regionale.

Per quanto riguarda inoltre l'allestimento delle strutture removibili menzionate dal Commissario Straordinario per l'emergenza Covid-19 nella propria nota prot. n. 0000840 del 18.01.2021, in relazione alle quali la vigente normativa emergenziale non prevede l'approvazione ministeriale, la S.V. potrà rivolgersi alla detta struttura commissariale.

Tanto rappresentato, la scrivente Direzione Generale non dispone di ulteriori dati o informazioni di propria competenza suscettibili di comunicazione o pubblicazione in riscontro alle istanze in oggetto.