Bocciato il parco eolico a Bosco Pontoni, «Una gran bella notizia»

Vivi e vegeti sab 06 agosto 2022
Attualità di La Redazione
1min
Nicola Malorni ©Termolionline.it
Nicola Malorni ©Termolionline.it

TERMOLI. Non si farà il parco eolico a Bosco Pontoni e tra coloro che si erano schierati apertamente contro l'insediamento delle 12 torri comprese nell'agro tra San Martino in Pensilis e Rotello, c'è stata l'associazione nazionale Città dell'Olio, che vede come vicepresidente proprio un esponente del territorio Nicola Malorni.

«Questa è una gran bella notizia. La coesione territoriale e la determinazione nella tutela del territorio ci gratificano e ci spronano - con le Città dell’Olio che attraverso il suo presidente nazionale Michele Sonnessa e con il mio supporto territoriale si sono prontamente attivate partecipando ai tavoli promossi dal sindaco di San Martino in Pensilis e dalle aziende olivicole locali - a valorizzare ulteriormente il nostro paesaggio, un patrimonio che può dare molto se al servizio del bene comune sono posti non gli interessi di singoli, ma le intelligenze, le competenze e le tradizioni millenarie delle nostre comunità! 

Parliamo di un territorio in gran parte olivetato, infatti, che rischiava di essere deturpato a favore di una scellerata azione di invasione di “mercanti del cosiddetto ‘green’ (che di tutela del paesaggio talvolta non ha un bel niente!).

Stiamo parlando di un territorio che, forte di tradizioni agricole millenarie, oggi, grazie ad importanti aperture legislative e a programmazioni territoriali coerenti, promette molto di più! 

Agli amministratori locali e alle aziende del territorio il compito di saperle intercettare per promuove lo sviluppo che auspichiamo e contrastare il canto ammaliante di queste “sirene” che stanno invadendo il Molise da anni: spesso, infatti, la redditività di proposte “green” è evocata come promessa di sviluppo territoriale, ma oggi una maggiore consapevolezza delle potenzialità espressive dei territori (Enoturismo, Turismo dell’olio, Turismo esperienziale, Turismo del Ritorno) - spesso presente nei giovani che decidono di restare nella loro terra o di tornarvi- deve essere riconosciuta soprattutto dagli amministratori (spesso vittime del canto delle sirene) per favorire empowerment e non atavica sudditanza a feudatari di turno.

Sprono pertanto le amiche e gli amici amministratori a far tesoro di questo risultato facendo squadra per un Molise “green” sì, ma di alberi verdi, in salute, produttivi e attrattivi, molto dei quali capaci di sequestrare centinaia di kg di Co2 l’anno, come l’Ulivo che in Molise, con 3 milioni di esemplari diffusi su tutto il territorio ne sequestra 6 milioni, un vero polmone verde, un immenso parco-laboratorio di benessere per i nostri cittadini».

Ti potrebbero interessare

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione