Regione Molise, udienza pubblica alla Corte dei Conti per il rendiconto generale

Flash News
Termoli venerdì 13 ottobre 2017
di Emanuele Bracone
Più informazioni su
Regione Molise, udienza pubblica alla Corte dei Conti per il rendiconto generale
Regione Molise, udienza pubblica alla Corte dei Conti per il rendiconto generale © n.c.
CAMPOBASSO. Giovedì 26 ottobre, alle ore 11, presso l’Aula Udienza della Corte dei Conti per il Molise in Campobasso, Via Giuseppe Garibaldi, 25, si terrà l’udienza pubblica per il Giudizio di Parificazione del Rendiconto generale della Regione Molise - esercizio 2016, alla presenza dei rappresentanti della Giunta e del Consiglio Regionale e delle più alte cariche istituzionali. Dopo l’intervento di apertura del Presidente di questa Sezione di controllo, Cristina Zuccheretti, i Magistrati Istruttori riassumeranno gli esiti delle verifiche condotte sulla gestione 2016 dell’Ente Regione - di cui alle deliberazioni di Giunta Regionale nn.263 e 296, rispettivamente, del 19 e 28 luglio 2017 - e dell’intero sistema Molise, approvate con la deliberazione n.166/2017/FRG, depositata l’11 ottobre u.s. In particolare, il Primo Referendario Luigi Di Marco relazionerà in merito alla gestione delle poste di bilancio e le analisi a campione condotte, sul fondo pluriennale vincolato di entrata, sul rispetto del pareggio e degli equilibri di bilancio, in ordine allo stato dell’indebitamento e al conto del patrimonio nonché circa le verifiche incrociate con i sistemi informativi contabili regionali e nazionali e il settore sanitario. A seguire, il Consigliere Giuseppe Imparato esporrà lo stato della spesa del personale e delle società partecipate e, infine, del sistema dei controlli interni. Esaurita l’esposizione dei Magistrati Istruttori, il Procuratore Regionale della Corte dei Conti per il Molise, Consigliere Stefano Grossi, svolgerà la sua requisitoria. Udito l’eventuale intervento orale del Presidente della Regione Molise, Paolo Di Laura Frattura, la Corte si ritirerà in Camera di Consiglio per assumere la propria decisione, di cui, al termine, verrà letto il dispositivo in pubblica adunanza.