Il Consiglio dei Ministri ha impugnato la legge regionale del Molise sull'autismo

Politica
Termoli venerdì 29 dicembre 2017
di La Redazione
Più informazioni su
Governo Gentiloni
Governo Gentiloni © Web

ROMA. Doccia gelata sulla legge regionale sull’autismo, approvata nell’ottobre scorso a Palazzo D’Aimmo.

Nella seduta pre-natalizia del Consiglio dei Ministri, infatti, nella sessione dedicata alle leggi regionali, l’Esecutivo di Palazzo Chigi, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha esaminato otto leggi regionali, deliberando di impugnare la legge della Regione Molise n. 16 del 24/10/2017, recante “Disposizioni regionali in materia di disturbi dello spettro autistico e disturbi pervasivi dello sviluppo”, in quanto varie norme, che disciplinano la rete dei servizi assistenziali per la cura dei soggetti affetti da disturbi dello spettro autistico e da disturbi del comportamento e disabilità intellettiva, interferiscono con le funzioni del Commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo sanitario, in violazione dell’art. 120 della Costituzione, e si pongono altresì in contrasto con le previsioni di detto Piano, in violazione dei principi di coordinamento della finanza pubblica di cui all’art. 117, terzo comma, della Costituzione. Inoltre la norma finanziaria contrasta sia con i principi dell’attualità e della certezza della copertura finanziaria degli oneri derivanti dalla legge, in violazione dell’art. 81, terzo comma, della Costituzione, sia con i principi di coordinamento della finanza pubblica, in violazione dell’art. 117, terzo comma, della Costituzione.