giovedì, 14 agosto 2014 | Accedi | Scrivici | Iscriviti

COMPUTER IN TILT AL SAN TIMOTEO, OPERATORI COSTRETTI A LAVORARE MANUALMENTE

TERMOLI.   Servici informatici guasti al’ospedale San Timoteo, dopo le proteste veementi degli utenti che si sono recati negli ultimi giorni per effettuare prelievi ed analisi cliniche, trovando ostacoli insormontabili già dalla prenotazione e accettazione, giunge la chiarificazione dal nosocomio adriatico. Ad offrire scuse e mostrare il senso di responsabilità del personale è stata Fernanda De Guglielmo.

 “La sottoscritta e il personale assegnato ai laboratori chiedono innanzitutto scusa agli utenti che hanno subito disagi e tengono a precisare come gli stessi non possano essere imputati in alcun modo alla carenza di personale per malattie o una scarsa pianificazione dei turni di lavoro.

I dipendenti assegnati al servizio prelievi e di accettazione erano tutti in servizio. Purtroppo, le attrezzature informatiche in dotazione al reparto si sono improvvisamente e inaspettatamente bloccati.

La ditta esterna incaricata della manutenzione dei computer pur avendoci provato, non è stata ancora in grado di risolvere il problema e sbloccare i pc. 

Con ogni probabilità, la strumentazione dovrebbe tornare in funzione già oggi, ad ogni buon conto, il personale, con mero senso di responsabilità, sta assicurando l’assolvimento di tutte le urgenze, con il compimento delle varie fasi che vanno dall’inserimento dei dati alla compilazione dei referti, sempre con operazioni manuali.

Ci auguriamo che le noie tecniche si risolvano velocemente, così da evitare ulteriori disagi all’utenza esterna, ai degenti, ai reparti sanitari del nosocomio e a tutti gli operatori del presidio ospedaliero San Timoteo”.